Perugia in 1 Giorno

Perugia lo splendido capoluogo dell’Umbria molto ha da offrire al visitatore e vi è molto da vedere e scoprire; ma in queste brevi righe cercheremo di fare una visita della città in un giorno.

Impossibile da non vedere é Piazza IV novembre, la piazza principale della città sulla quale si affacciano i principali edifici del potere cittadino già da età comunale e da li è possibile l’accesso al maestoso Corso Vannucci, al termine di questa larga via vi è un meraviglioso belvedere che scopre la valle di Assisi e la valle del Tevere, nei pressi vi è lo storico Albergo Brufani dal quale Benito Mussolini arringò le folle e fece partire la Marcia su Roma.

Si erge meravigliosamente al centro della piazza la Fontana Maggiore, simbolo della città, questa fontana celebrativa venne fatta edificare dal Comune di Perugia, fra 1275 e il 1278, dai grandi artisti del tempo, Nicola e Giovanni Pisano, la fonte è costituita da due vasche marmore poligonali sormontate da una tazza bronzea, arricchita da pregevolissimi bassorilievi che adornano esternamente le vasche.

Sulla piazza si affaccia la grande Cattedrale di San Lorenzo, uno dei patroni di Perugia, sul lato che da sulla piazza vi è un pulpito, da dove San Bernardino da Siena fece le sue celebri prediche.

Da visitare è senz’altro il Palazzo dei Priori, uno dei maggiori esempi di architettura comunale italiana ,edificato in stile gotico fra il 1293 e il 1443.

L’edifico a suo interno custodisce la pregevolissima Sala dei Notari e all’ultimo piano ospita la Galleria Nazionale dell’Umbria; in cui sono presenti opere d’arte dal XIII al XIX secolo, fra cui spiccano senz’altro i grandi capolavori medioevali e rinascimentali come quelli di artisti del calibro di Duccio di Buoninsegna, Piero della Francesca, Beato Angelico, del Pinturicchio e del grandissimo artista della città di Perugia, Pietro Vannucci detto il Perugino, maestro di Raffaello.

Altra maestosa opera architettonica da vedere è la Rocca Paolina una fortezza, fatta edificare da Papa Paolo III Farnese, che ha rappresentato il potere pontificio a Perugia fino all’annessione della città al regno d’Italia nel 1860.

Da visitare inoltre vi sono la Chiesa di San Domenico, la Chiesa di Sant’Ercolano, la Basilica di San Pietro, l’oratorio di San Bernardino e la Cappella di San Severo.